artista: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9

letra de storie di tutti i giorni – lord madness feat. stephkill

Loading...

sono storie di tutti i giorni
storie che scrivo così
storie di noi storie di eroi

storie che scrivo così

francesco non conta più le ferite
anche quando deve piangere sorride
tiene tutto dentro, top secret
vede il sole filtrare
dall finestra del suo monolocale popolare
dove vive l’incubo della fame
simone guarda i tagli che ha su i polsi
ma i tagli sottocutanei fanno piu male perche figli dei rimorsi
la coca che lo aiuta a non pensare
losta portando in alto quando in un istante lo lasciare cascare
valetina si ritrova madre a 18 anni
batte la strada ogni notte
almeno mette insieme due risparmi
mentre digiuna pensa alla figlia la sua felicità
consuma sesso in macchina mette da parte ogni moralità
gianni la sua storia, vita da barbone
ha perso famiglia, lavoro e amore così ha perso la ragione
annega il dispiacere nel vino
fino a sp-ccarsi fegato e intestino
in un frontale con il proprio destino

storie di tutti i giorni le leggi sul giornale
ma la realtà è più dura di quanto può sembrare
anche l’onesta è cosa per chi può permettersela
di una societa che ti rigetta
nella disperazione di chi cade a fondo
e deve prender posizione in meno di un secondo
per qualcuno sono nomi senza indent-tà
ma dientro ogni mr. nessuno ci sta un anima

alex sp-ccia fumo per le strade e non c’è rispetto per un maghreb
nostaligia della sua terra, saudade
dicono torna al tuo paese, non ti vogliamo
occhi luccidi, nel cuore gli stupendi tramonti di el cairo
luca ha un brutto vizio quello delle slot
e la sera, mille euro, tenta il jackcpot
e la mattina s’alza presto, in fabbrica otto ore
piega la schiena sotto gli insulti di un padrone
giunto ai limiti della sopportazione
lisa ha p-ssione, talento per il canto
si immagina davanti ad una platea
convinta d’avere l’x-factor
mani consumate da un lavoro da parruchiera
la tv che vende sogni non adatti alla sua miseria
m-ssimo è cresciuto in un ghetto
da piccolo credeva che il mondo fosse perfetto
ma il mondo è violento
e spesso ti strappa la struggle da dentro
e carica la pistola che ha nascosto nel c-ssetto

storie di tutti i giorni le leggi sul giornale
ma la realtà è più dura di quanto può sembrare
anche l’onesta è cosa per chi può permettersela
di una societa che ti rigetta
nella disperazione di chi cade a fondo
e deve prender posizione in meno di un secondo
per qualcuno sono nomi senza indent-tà
ma dientro ogni mr. nessuno ci sta un anima

claudia, donna fragile, pelato spezzato dalla vita
guarda quella corda che vuole farta finita
si sente come in gambia e chiede di tornare libera
dieci anni chiusa in un ricordo di una violenza subita
enrico non sta in piedi a volte
in zona sempre in cerca della sua quotidiana dose di morte
crisi d’astinenza e depressione l’eroina è un vortice
e per darci un taglio non basterà una forbice
giulio sempre stato gran lavoratore
licenziato per dei tagli al personale, senza motivazione
impazzisce, entra in banca con il p-ssamontagna
adesso fissa le stelle da un cella in un carciere in calabria
poi c’è michele, solo con la musica che sostiene
che lo tiene vivo e lo fa stare bene
una voragine al torace quanto sangue sulla bio
si comuove sulla stessa foto quando scrive il grande addio

storie di tutti i giorni le leggi sul giornale
ma la realtà è più dura di quanto può sembrare
anche l’onesta è cosa per chi può permettersela
di una societa che ti rigetta
nella disperazione di chi cade a fondo
e deve prender posizione in meno di un secondo
per qualcuno sono nomi senza indent-tà
ma dientro ogni mr. nessuno ci sta un anima